Dare gambe alle idee. Le proposte dei giovani Lipu per il volontariato ambientale

Dal tirocinio obbligatorio agli incentivi per lavorare le terre, alla Brilla di Massarosa l'exploit delle giovani proposte

[5 settembre 2013]


E così, ultimo appuntamento dell’iniziativa, è stato l’incontro che si è tenuto questa mattina fra i volontari, i vertici della Lipu, insieme ad alcuni esponenti politici e amministratori locali, tra cui l’europarlamentare Andrea Zanoni, il deputato Basilio Catanoso, l’ex assessore all’ambiente del comune di Capannori Alessio Ciacci, la consigliera regionale Gabriella Meo.Si è conclusa oggi la tre giorni organizzata dalla Lipu per una cinquantina di giovani volontari ambientali provenienti da tutta Italia. Alla cascina La Brilla, nel comune di Massarosa, è stata l’occasione per conoscere realtà ed esperienze diverse, ma anche per proporre idee e strategie per rilanciare il volontariato ambientale fra gli under 30.

Nove i gruppi di lavoro che hanno sviluppato alcune idee sul tema “Giovani e ambiente: che fare?”Il primo ha affrontato il tema della formazione universitaria: uscire dall’università senza identità è stato infatti l’assunto di partenza. Uno studio che non qualifica e una prospettiva di (non)lavoro che non corrisponde a competenze acquisite. Da qui l’idea proposta di rendere obbligatori i tirocini, soprattutto per chi studia scienze ambientali, attraverso apposite convenzioni con onlus e associazioni, nonché enti pubblici. Tirocini specializzanti, riconosciuti e aperti alla sinergia con la ricerca.

 

 Continua a leggere su: http://www.greenreport.it/news/aree-protette-e-biodiversita/dare-gambe-alle-idee-le-proposte-dei-giovani-lipu-per-il-volontariato-ambientale/#prettyPhoto