CRO:Ambiente, da giovani Lipu proposte ai politici

Ragazzi e parlamentari a confronto su biodiversità e formazione

(ANSA) - ROMA, 9 SET - Più comunicazione e nuove tecnologie per salvare l'ambiente e la biodiversità, maggiori riconoscimenti e opportunità di lavoro per chi studia le scienze naturali, innovazione e arricchimento del rapporto tra scuola e volontariato. Sono alcune delle proposte che 50 volontari Lipu tra i 13 e i 30 anni hanno discusso con amministratori e parlamentari in occasione della giornata conclusiva dell'incontro ''Natural Leaders. L'ambientalismo come cuore delle politiche giovanili'', che si è svolto dal 3 al 5 settembre nella Riserva naturale del Chiarone (Lucca).

L'obiettivo della tre giorni, curata dal settore educazione della Lipu e svolta grazie al sostegno del programma comunitario 'Youth in action', è stato quello di evidenziare i problemi che riguardano l'ambiente ma anche le possibili soluzioni che i ragazzi hanno individuato e discusso.

''Il tema della scuola e della formazione universitaria è molto serio, così come quello dell'educazione civica, che va rilanciato nel suo complesso'', ha detto il membro della commissione Agricoltura della Camera Basilio Catanoso, che ha chiesto al ministro un tavolo di lavoro dove presentare le proposte dei ragazzi.''Molti dei pensieri espressi dai giovani volontari ispirano documenti e relazioni dell'Unione europea'', ha affermato l'europarlamentare Andrea Zanoni.

''La voglia dei ragazzi di partecipare, essere protagonisti consapevoli, a partire dalla tutela della natura, può migliorare l'Europa''. (ANSA).